Fotoreportage con lo smartphone, cose da fare e cose da evitare

Fotoreportage con lo smartphone, cose da fare e cose da evitare.

Un incidente, un incendio, una protesta.
Documentare un fatto, da quando esistono i social network e gli smartphone, è diventato semplice e veloce. In un certo senso basta trovarsi “nel posto giusto al momento giusto” e avere la prontezza di estrarre il cellulare dalla tasca.
Chiunque di noi, davanti ad un evento che può diventare notizia, non esiterebbe a scattare una foto e postarla sui propri canali social.
L’evoluzione tecnologica poi ha fatto sì che la “partecipazione attiva” delle persone al giornalismo diventasse qualcosa di ordinario.
Nel 2005 sono state proprio le persone intrappolate nella metro a scattare con i loro smartphone le immagini utilizzate da Bbc e Sky News per raccontare l’attentato terroristico nella metropolitana di Londra.

Le foto scattate a Londra in quell’occasione rappresentano uno dei primi esempi di un evento-notizia ripreso quasi esclusivamente in maniera non professionale.

Ma come mantenere la lucidità in occasione di questi particolari eventi?
Come scattare una foto che lasci il segno? Come mantenere il sangue freddo e la prontezza di spirito?

Ce lo mostra Devin Allen, che durante gli scontri di Baltimora in seguito alla morte di Freddie Gray, un ragazzo di colore di 25 anni che era stato arrestato e picchiato, ha deciso di voler raccontare la reazione della sua città, dalla violenza degli scontri ai momenti di solidarietà.

Una delle foto degli scontri, scattata con lo smartphone e postata su Instagram da Allen, è finita di recente sulla copertina del Time.

Proprio dal photoreportage realizzato da Devin Allen abbiamo preso spunto per darvi alcuni preziosi suggerimenti su come realizzare un racconto fotografico.
Ecco le tipologie di foto necessarie per rendere completo il vostro servizio:

  • Foto a campo largo, ossia foto che ritraggono l’insieme dell’evento.

Today was a Beautiful Day ::: #ripfreddiegray #blacklivesmatter #Baltimore
  • Foto a campo stretto, ossia immagini più ravvicinate che narrano in maniera più accurata una determinata situazione.

Baltimore is my home i was born and raised here and all my loved ones are here ::: #ripfreddiegray #blacklivesmatter #Baltimore
  • Fotografie che raffigurano dettagli importanti che sono indispensabili per una corretta narrazione.

Victims of Injustice & The list goes on: #ripfreddiegray #welovebaltimore

Ed ora qualche consiglio più pratico e meno tecnico per non farsi trovare impreparati:

  • Cercate di creare un portfolio cromaticamente omogeneo, che dia consequenzialità e riconoscibilità al reportage;

  • Non eccedete con le fotografie di dettagli perché rischiereste di non raccontare il contesto;

  • Non selezionate più di 25 immagini, altrimenti il racconto perde d’interesse narrativo.

Il consiglio più importante?

Tuffatevi nella scena cari amici di Whoosnap!