New York City vista con uno smartphone

New York City vista con uno smartphone

 

 

 

[Tratto da The Phoblographer]

Roy Savoy è nato e cresciuto a New York, e ancora adesso continua ad essere affascinato dall’energia della Grande Mela. Lui è uno di quei fotografi che per anni ha sviluppato una grande sensibilità pur non avendo mai utilizzato una macchina fotografica per esprimere le sue qualità. Con il suo primo smartphone, cominciò a fotografare ogni cosa di carattere architettonico. Successivamente anche persone, e saltuariamente scene di strada.

La sua ispirazione viene dai primi grandi fotografi della storia e la sua passione è guidata dalla semplicità del bianco e nero a discapito del colore.

 

Fin da bambino Roy è sempre stato affascinato dalla fotografia, specialmente in bianco e nero, e quelle foto tipiche del fotogiornalismo che si vedrebbero su magazine come Time o Life, sul New York Times o sulle Enciclopedie.

La sua carriera fotografica cominciò grazie ai suoi amici. Ogni volta che uscivano insieme, Roy stupiva tutti trovando sempre una scena da fotografare. Così i suoi amici, notando la sua bravura, lo convinsero ad applicarsi come street photograoher. L’avvento della mobile photography e il potere dei social network lo aiutarono a pubblicizzare le sue fotografie.

Non avendo studiato nessuna regola di composizione o di editing, quando iniziò la sua avventura fotografica, si focalizzava principalmente sulle architetture di New York.

Cominciò così, immortalando il paesaggio urbano, ma dopo un paio di mesi decise di sperimentare qualcosa di più stimolante, incorporando persone e architettura insieme in stile Street Photography.

Successivamente decise poi di prendersi un po’ di tempo per studiare fotografia, ricercando nei grandi fotografi e nei generi la sua fonte di ispirazione.

Dopo mesi a studiare l’arte della fotografia, Roy iniziò a immortalare situazioni o persone il cui aspetto catturava particolarmente la sua attenzione. E fu quello l’istante in cui capì che riusciva ad eternare dei momenti irripetibili, esattamente come le foto che vedeva nei magazine fotografici della sua gioventù, diventando a tutti gli effetti un fotoreporter di grande fama.

Tutte le immagini di proprietà di © Roy Savoy