PhoneDrone, il quadricottero che fa volare gli smartphone

PhoneDrone, il quadricottero che fa volare gli smartphone

 

 

L’idea di far volare il proprio smartphone a svariati metri d’altezza non dovrebbe essere molto rilassante. Non preoccupatevi, non dovete lanciare il vostro cellulare per aria. Un drone lo farà per voi e vi permetterà addirittura di controllarlo a distanza. Selfie epici assicurati.

 

Il PhoneDrone Etos, questo il nome dell’incubo del vostro smartphone, è stato realizzato tramite una campagna di fundraising su Kickstarter. L’obiettivo prefissato dall’azienda ideatrice, la xCraft, di 100.000 dollari è stato raggiunto in sole 48 ore, e le prenotazioni per l’oggetto in questione non hanno intenzione di cessare. In tutto ciò mancano ancora due settimane alla fine della campagna.

Il drone usa il processore ed i sensori dello smartphone per stabilire il percorso di volo e navigare in cielo, anche se la xCraft non specifica esattamente quali sensori utilizza o come gestiscono in volo del drone. Come faccia a volare il drone in modalità autopilota resta anch’esso un mistero.

 

La chiarezza, comunque, sta nella facilità di utilizzo. Prima di tutto devi posizionare lo smartphone nella fodera in neoprene che si trova sul fondo del guscio del drone. Dopodiché, prima di mandare il PhoneDrone sulla sua strada, dovrai specificare nella companion app sul tuo iPhone o Android l’altitudine a cui vuoi che si stabilizzi in volo, rispondendo alla semplice domanda: “Hai detto ‘salta’, ma quanto alto?”

 

Il PhoneDrone ha due modalità primarie: una modalità autonoma che necessita solo della presenza del dispositivo sul drone, e una modalità di controllo in tempo reale che prevede la connessione ad un secondo dispositivo. Questo secondo dispositivo può essere un iPhone, un Android o addirittura un Apple Watch, di cui la compagnia va molto fiera, sostenendo di essere la prima ad utilizzarlo con un drone.

Il secondo dispositivo permette di comunicare con il PhoneDrone per far scattare una foto dalla camera del tuo smartphone. Il volatile in questione, inoltre, utilizza anche uno specchio per aiutare la lente del telefono a puntare dritto, di lato, o sotto di sé, in modo da poter scattare con più varietà possibili di angolazioni per la fotografia aerea.

 

La xCraft promette anche di rilasciare sul mercato il Controller API del PhoneDrone, per dare la libertà agli sviluppatori di creare le proprie app compatibili con il PhoneDrone Ethos.