Spazi di vita quotidiana da un’altra (e bassa) prospettiva

Spazi di vita quotidiana da un’altra (e bassa) prospettiva

È possibile realizzare effetti estetici stupefacenti scattando fotografie di ambienti presi dall’alto. L’artista tedesco Michael Rohde nella serie “From Above” ha utilizzato questo approccio per ottenere risultati sorprendenti. Le inquadrature “da sotto” di diverse stanze sono affascinanti e meticolosamente costruite.

 

Alcuni creano un effetto quasi nauseabondo, come se chi le avesse scattate fosse ubriaco. Le sue immagini sono spiazzanti dal loro punto di vista insolito, e i nostri occhi lottano per dare un senso a una prospettiva raramente vista.

 

Le sue opere sono surreali perché Rohde lascia gli oggetti che normalmente riposano su un terreno solido, fluttuare sospesi magicamente in aria. È come se avesse sostituito il pavimento con il vetro, trasformandoci in voyeur delle case di altri. La sua prospettiva grandangolare ci dà uno sguardo – al tempo stesso – di tutte le pareti all’interno delle stanze, lasciando ben poco fuori del nostro campo visivo.